Ricer­ca

Sug­ge­ri­men­to: il Micro‑C con­si­gli­a­to da Antho­ny Wil­liam è attu­al­men­te in offerta: 

Sug­ge­ri­men­to: il Micro‑C con­si­gli­a­to da Antho­ny Wil­liam è attu­al­men­te in offerta: 

Sale e suoi effetti nocivi

Seb­be­ne il sale mari­no e il sale del­l’Hi­ma­la­ya sia­no sali nut­ri­en­ti ad alto con­ten­uto di mine­ra­li, l’u­so ecces­si­vo di sale è mol­to dan­no­so. Antho­ny Wil­liam con­si­glia quin­di di con­suma­re sale con par­si­mo­nia, e per alcu­ne per­so­ne addi­rit­tu­ra di evi­tar­lo completamente. 
Ciotola di sale rosso

Da più par­ti sen­ti­amo dire che il sale fa bene pur­ché ven­ga uti­liz­za­to in una for­ma di alta qua­li­tà. Il sale del­l’Hi­ma­la­ya o sale mari­no sono sali nut­ri­en­ti ad alto con­ten­uto di mine­ra­li, ma ques­ti sali ost­aco­la­no i pro­ces­si di puli­zia del nos­tro corpo.

Non han­no la for­za vita­le come i sali mine­ra­li con­te­nuti nel suc­co di sed­a­no. Il sale con­ten­uto nel sed­a­no, chi­ama­to sali di sodio (un sot­to­grup­po del sodio), assi­cu­ra che le tos­si­ne ven­ga­no rimos­se dal cor­po e gli agen­ti pato­ge­ni ven­ga­no distrutti.

Come funziona il sale

Il sale del­l’Hi­ma­la­ya o il sale mari­no non han­no ques­to effet­to disin­tos­si­can­te. Piut­tosto il con­tra­rio. Han­no un effet­to disid­rat­an­te. Rimuo­vo­no l’ac­qua importan­te da alcu­ne aree del nos­tro cor­po e la diri­go­no ver­so luoghi del nos­tro cor­po dove non ne abbia­mo biso­g­no. Ciò può port­are, tra le alt­re cose, a gon­fio­re, riten­zio­ne idri­ca e aumen­to di peso inde­si­de­ra­to. Il sale impe­dis­ce alle tos­si­ne di lascia­re il nos­tro cor­po. Fa sì che le tos­si­ne si con­cen­tri­no negli orga­ni, allon­tanan­do l’acqua tan­to neces­sa­ria dag­li orga­ni e ren­den­do­ci più disid­rat­a­ti. Quan­do sia­mo disid­rat­a­ti, è qua­si impos­si­bi­le liber­ar­ci del­le tos­si­ne. La mag­gi­or par­te del­le per­so­ne soff­re di disid­rat­a­zio­ne cro­ni­ca da anni. Inolt­re, il sale pri­va le nost­re cel­lu­le kil­ler natu­ra­li dell’acqua, il che a sua vol­ta limi­ta il sis­te­ma immu­ni­ta­rio e la sua capa­ci­tà di rile­va­re e dis­trug­ge­re gli agen­ti patogeni.

Abituato al troppo sale

Se si aggi­unge un piz­zi­co di sale mari­no pre­gi­a­to o sale dell’Himalaya ad un piat­to pre­pa­ra­to in casa, ques­to non rappre­sen­ta un grosso pro­ble­ma, piut­tosto biso­gner­eb­be esse­re con­s­ape­vo­li di quan­to sale con­su­mi­amo con­sum­an­do i pas­ti al ris­tor­an­te (o con amici e fami­lia­ri) e attra­ver­so i piat­ti pron­ti ci accom­pa­gna­no. Inolt­re, mol­te per­so­ne han­no l’a­bi­tu­di­ne di pren­de­re spes­so la sali­e­ra e aggi­unge­re sale al cibo. Spes­so non ci ren­dia­mo con­to che il nos­tro cibo con­tiene già una gran­de quan­ti­tà di sale. La quan­ti­tà di sale a cui sia­mo abitua­ti oggi­gior­no non è più salu­t­a­re per il nos­tro orga­nis­mo e rappre­sen­ta un vero e pro­prio ost­aco­lo, soprat­tut­to quan­do si trat­ta di disintossicarsi.

Che dire degli alimenti che contengono naturalmente sale?

Come già accen­n­a­to, le pro­prie­tà nega­ti­ve del sale da cuci­na non si appli­ca­no ai sali di sodio con­te­nuti nel sed­a­no. Le cose sono diver­se anche con i sali con­te­nuti nel­le alg­he com­mes­ti­bi­li come il dul­se o le alg­he. Con­ten­go­no una quan­ti­tà natur­al­men­te con­troll­a­ta di sale pro­ve­ni­en­te dal­l’o­ce­a­no. Trai­amo bene­fi­cio anche dal­le alg­he per­ché, tra le alt­re cose, rimuo­vo­no le radia­zio­ni dal nos­tro cor­po. Il sale non ost­aco­la ques­to pro­ces­so di disin­tos­si­ca­zio­ne per­ché il con­ten­uto di sale nel­le alg­he è trop­po bas­so. In gene­ra­le, c’è una gran­de dif­fe­ren­za tra il sale da cuci­na e il sale che si tro­va natur­al­men­te negli ali­men­ti cura­ti­vi. Con­suma­re un pez­zo di alga non può esse­re para­gon­a­to a con­suma­re un tran­cio di pizza.

Conclusione:

Se sei mol­to preoc­cu­p­a­to per la tua gua­ri­gio­ne, non dov­res­ti sot­t­ova­lu­t­a­re gli effet­ti nega­ti­vi del sale. Per disin­tos­si­ca­re in modo spe­ci­fi­co il cor­po, è meglio evi­t­are com­ple­ta­men­te il sale.

Fon­te: Antho­ny Wil­liam, Diret­ta Face­book dal 22 mag­gio 2020

Auto­re: Mar­lon Hassheider

Stampa/PDF/E‑mail

Facile da stampare, PDF ed e-mail

Condividi/Invia/Appunta

Astrid Späth
Astrid Späth 
Astrid Späth ha cono­sci­uto Antho­ny Wil­liam nel 2019 e da all­o­ra por­ta avan­ti con entus­i­as­mo ques­to sti­le di vita per sé e per la sua fami­glia. Per loro è una sfi­da padron­eg­gia­re le diver­se esi­gen­ze e desi­de­ri dei mem­bri del­la fami­glia in ter­mi­ni culi­na­ri, cosa che ries­co­no semp­re meglio man mano che le loro cono­scen­ze aumentano. 
Inte­gra­to­ri Vimergy

Gli inte­gra­to­ri ali­men­ta­ri con­si­glia­ti da Antho­ny Wil­liam sono dis­po­ni­bi­li pres­so i seguen­ti rivenditori:

Libri medi medici

I libri di Antho­ny Wil­liam in breve:

Cam­pa­gna di risparmio

Spre­mi­ag­rumi len­to MM1500

Rispar­mia 10 % sul­lo slow jui­cer con­si­gli­a­to da Antho­ny Wil­liam Codi­ce cou­pon: 10SUCCO DI SEDANO

it_ITIta­lia­no
Sal­ta al contenuto